• Roberto Fagiolo

    Il segreto perduto di Schliemann

    pp. 192

    11,05

    Prima edizione gennaio 2008

    Formato
    ISBN
    Prezzo
    13,00 11,05
    Acquista

    Il giorno di Natale del 1890 un malore improvviso colpisce Heinrich Schliemann mentre passeggia per i vicoli di Napoli. Il celebre archeologo tedesco noto in tutto il mondo per aver scoperto i resti della città di Troia barcolla come un ubriaco e poi si accascia al suolo. Morirà il giorno dopo nella sua camera del Grand Hotel senza riprendere conoscenza. A giorni avrebbe compiuto sessantanove anni.
    Più di un secolo dopo Andrea Zanchi giovane cronista nel bel mezzo di una crisi sentimentale e professionale s’imbatte casualmente nella storia. Le cronache dell’epoca sono dettagliate le testimonianze numerose ma qualcosa non quadra. Dopo la scoperta di Troia e di Micene Schliemann ha concentrato la sua attenzione sull’Egitto. È alla ricerca della tomba di Alessandro Magno. Ma il suo obiettivo sembra essere un altro. Qualcosa di leggendario di mitico.
    A cosa dava la caccia Heinrich Schliemann nei giorni che gli furono fatali? Forse alla città sommersa al mito di Atlantide? E la sua morte è legata a quest’ultimo ambizioso progetto? Mescolando realtà e fiction Il segreto perduto di Schliemann ricostruisce con l’esattezza dell’inchiesta e il ritmo serrato del thriller un’oscura vicenda nella storia delle scoperte archeologiche. Il risultato è una narrazione tesa e affascinante che affronta forse nell’unico modo possibile un mistero rimasto tale.

  • Roberto Fagiolo

    Autore e consulente televisivo, ha lavorato molti anni per la Rai ed è stato tra gli autori del programma Sfide.