• Toni Fontana

    L’apartheid

    Viaggio nel regime di segregazione che sta nascendo nel Nord-Est

    pp. 112

    8,50

    Con una prefazione di Walter Veltroni

    Prima edizione settembre 2008

    Formato
    ISBN
    Prezzo
    10,00 8,50
    Acquista

    La piccola Fatima, dieci anni, discriminata a scuola perché porta il velo; Meryem, studentessa di economia internazionale all’Università di Padova, che guida le marce contro le discriminazioni razziali; i musulmani di Treviso, che pregano inginocchiandosi sui tappeti distesi nei parcheggi dei supermercati; sono alcuni dei personaggi protagonisti del racconto di viaggio di Toni Fontana.
    Partendo da piccole e grandi storie, l’autore attraversa i profondi mutamenti e i contrasti determinati dall’arrivo nel Nord-Est dell’Italia di centinaia di migliaia di stranieri. In Veneto risiedono e lavorano oltre 350.000 immigrati. Contro di loro, la Lega di Umberto Bossi sta costruendo un nuovo e moderno apartheid d’una società piramidale, al cui vertice ci sono i ‘bianchi’, ai quali sono riservati tutti i diritti. Gli altri, gli stranieri, sono accettati solo come produttori di ricchezza, ma esclusi dalla vita sociale. Un viaggio attraverso il Nord-Est alla ricerca delle nuove paure, un’indagine sulla cultura dell’odio e del razzismo, sulle speranze dei giovani della seconda generazione di immigrati che sfilano con la bandiera tricolore e non vogliono più essere cittadini di serie B.

  • Toni Fontana

    Nato a Feltre (Belluno), giornalista dell’Unità, ha inviato reportage dall’Africa, dai Balcani e dal Medio Oriente. Ha scritto La guerra degli altri. Golfo, Somalia, Jugoslavia: un racconto dal fronte della follia (Castelvecchi, 1993), Hotel Palestine, Baghdad. Nelle mani degli iracheni (Il Saggiatore, 2004) ed è stato tra gli autori di La guerra dei dieci anni (Il Saggiatore, 2001). Il primo settembre 2010 è morto, all'improvviso, all'età di 55 anni.