• Gianna Sarra

    La sindrome di Eloisa

    Da Ovidio a Henry Miller, da Emily Dickinson a Simone de Beauvoir: le lettere d'amore di scrittrici e scrittori

    pp. 160

    11,90

    Prefazione di Renato Minore

    Prima edizione novembre 2003

    Formato
    ISBN
    Prezzo
    14,00 11,90
    Acquista

    Un foglio di carta, il pennino che stridendo lascia una traccia scura, la candela che si consuma. La scrittura epistolare è una passione (e un’ossessione) da quando l’uomo ha inventato l’alfabeto. Un’ossessione di cui le lettere d’amore sono il cuore e il motore: Sibilla Aleramo ne scriveva di lunghe fino a 150 pagine, l’epistolario di Voltaire ne conta più di 20.000, quello di Proust comprende addirittura 19 volumi.
    La sindrome di Eloisa non è un saggio o un’antologia ma il racconto di questo genere letterario che si dipana nel tempo attraverso una mole impressionante di documenti, citazioni, aneddoti e brani delle più suggestive lettere d’amore.
    Da san Paolo a Freud, da Orazio a Byron, da Pasternak ad Anaïs Nin, Kafka, Pessoa, Virginia Woolf, fino a Moravia, Saba e Pasolini: uno sterminato corteo scrivente passa attraverso la lente d’ingrandimento di Gianna Sarra, colto in un momento intimo e spietatamente rivelatore di grandi passioni come di vertiginose bassezze: la scrittura epistolare.

  • Gianna Sarra

    Gianna Sarra è stata allieva di Giacomo Debenedetti, ha insegnato lettere nei licei, scritto di cronaca culturale e critica letteraria per diverse testate, collaborato con varie case editrici. È autrice di tre raccolte di poesie, Bianco su nero (1988), Lo specchio la pietra il pettine (1992) e Mostro celeste (1994).