• Giovanni Greco

    Malacrianza

    pp. 104

    5,9415,30

    Prima edizione gennaio 2012

    Vincitore XXIV Premio Italo Calvino 2011
    Finalista LXVI Premio Strega 2012
    Finalista Premio Letterario Viareggio-Rèpaci 2012
    Finalista Premio Asti d'Appello 2012
    Finalista XVII Premio Palmi 2012

    Formato
    ISBN
    Prezzo
    18,00 15,30
    Acquista
    6,99 5,94
    Acquista

    Malacrianza è tutto quello che il mondo adulto respinge, condanna o sfrutta del mondo dell’infanzia. È come la memoria tradita della propria infanzia, come una favola nera che tutto avvolge e riscrive. È il bambino che si mette le dita nel naso, la bambina che allegramente ruba o quella che tristemente si prostituisce, i ragazzini violenti che in Sud America si difendono dal potere violento che li usa, i bambini che esercitano l’arte di arrangiarsi in qualche paese dell’Est o nel mondo arabo, è una leggenda indiana e una nuova vita che verrà. Malacrianza mette in fila vicende ‘esemplari’ di sopraffazioni e di piccole solidarietà, di soprusi e di sogni disposti a tutto per potersi avverare. Un viaggio nell’infanzia in varie parti del mondo con i bambini che vivono nelle fogne, quelli di strada, delle favelas, il commercio e la prostituzione infantile…
    Un viaggio circolare, un racconto senza falsi pudori, senza retorica e ipocrisie, capace di addentrarsi fin nei recessi profondi e nascosti dell’offesa più intollerabile, quella verso i più deboli e indifesi. Un caleidoscopio di storie che, intrecciandosi una nell’altra, danno vita a un’unica storia dell’infanzia tradita. A un affresco in cui non mancano mai l’umanità e perfino l’ironia e dove c’è sempre la freschezza di uno sguardo innocente. Una spericolata, emozionante avventura linguistica in cui l’autore passando dalla terza alla prima persona, riesce a dar voce credibile a bambini perennemente costretti a difendere il proprio futuro. A dar vita a personaggi destinati a interrogare la nostra distratta convivenza sociale.

    Greco è senza dubbio uno dei migliori scrittori degli ultimi anni”.

    Andrea Camilleri

    Lo straordinario esordio di Giovanni Greco inanella tanti quadri, che spericolatamente si succedono e a volte vengono ripresi o s’intrecciano, sicché alla fine diventano storie con un finale incendiario”.

    Daria Galateria, la Repubblica

    Un urlo davanti a un universo dickensiano aggiornato all’oggi”.

    Michele De Mieri, Il Sole 24 Ore

    Una sfida ai limiti dell’estetico”.

    Daniele Giglioli, Corriere della Sera

    Originale, duro e poetico”.

    Chicca Gagliardo, Glamour

    Un puzzle dell’orrore che colpisce allo stomaco” .

    Claudia Spadoni, Marie Claire

  • Giovanni Greco

    Con il suo romanzo d’esordio, Malacrianza, Giovanni Greco ha vinto il Premio Calvino ed è stato finalista al Premio Strega e al Premio Viareggio. Scrittore, traduttore, attore e regista teatrale, ha tradotto Vuoti di Tony Harrison (Einaudi 2008) e Antigone di Sofocle (Feltrinelli 2013). Ha pubblicato Teatri di pace in Palestina (manifestolibri 2005) e ha curato, con A.M. Belardinelli, il volume Antigone e le Antigoni. Storia, forme, fortuna di un mito (Mondadori 2010). Autore di numerosi testi e regie teatrali in Italia e all’estero, insegna recitazione in versi presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”.