• Marieke Lucas Rijneveld

    Mia diletta

    pp. 320 Prima edizione maggio 2022

    Foto dell'autore di Jeroen Jumelet / ANP / AFP.
    Vincitore del Flemish Boon Prize 2022.

    ISBN:


    Consegna in 24/48 ore
    Spese di spedizione per l'Italia € 4,00

    Kurt, veterinario quasi cinquantenne, confessa la sua illecita passione per la figlia quattordicenne di un allevatore suo cliente in un lungo e incalzante monologo rivolto alla sua ‘diletta’ e ai giudici che lo hanno condannato. Nel racconto, che si snoda quasi senza pause, s’incontrano due adolescenze: quella della ragazza, compressa nella asfissiante e bigotta campagna olandese, e quella che è stata negata a Kurt dagli abusi fisici e psicologici inflittigli dalla madre. E s’incontrano anche due deliri: avvolta nel lutto per la precoce scomparsa del fratello in un incidente stradale e il conseguente abbandono da parte della madre, la ragazza assume su di sé le colpe del mondo, immagina di poter imparare a volare e vaneggia di essere stata uno degli aeroplani schiantatisi contro le Torri Gemelle l’11 settembre del 2001. Da parte sua Kurt, ossessionato da lei e dal bisogno di recuperare gli anni perduti, distrugge la fragile normalità che si era costruito nell’involucro familiare arrivando a rivaleggiare con il figlio adolescente nella conquista della ragazza. La storia si svolge in una calda estate durante la quale i due sviluppano una fascinazione ossessiva l’uno per l’altra che alla fine oltrepassa i confini. Ma i protagonisti non s’incontrano e non si comprendono davvero per quello che sono. L’invocazione a essere conosciuti del salmo 139 con cui si apre il libro sembra quindi restare inesaudita.

     

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  • Marieke Lucas Rijneveld

    Marieke Lucas Rijneveld (1991) è considerato uno dei maggiori nuovi talenti della letteratura olandese. Nel 2015 ha debuttato con la raccolta di poesie Kalfsvlies, che ha vinto il C. Buddingh’-prijs per il miglior debutto in poesia. La seconda raccolta di poesie Phantomare è stata pubblicata nel 2019 e ha vinto il Premio Ida Gerhardt. Nel 2020 ha vinto l’International Booker Prize con Il disagio della sera (Nutrimenti 2019), il più giovane vincitore di sempre. Il libro è stato un enorme successo in Olanda ed è stato tradotto in 37 paesi.