fbpx
  • Dougal Robertson

    Naufraghi nel deserto blu

    pp. 256

    Traduzione di Dora Di Marco

    Prima edizione giugno 2010
    ISBN:


    Consegna in 24/48 ore
    Spese di spedizione per l'Italia € 4,00

    15 giugno 1972. A bordo della Lucette una famiglia subisce l’attacco di un branco di orche. Un minuto dopo la goletta non è niente più che un ricordo e i Robertson – Dougal sua moglie Lyn i figli Douglas Sandy e Neil e Robin uno studente in viaggio con loro – si ritrovano da soli dispersi in mezzo al Pacifico. In sei su un piccolo gommone di salvataggio trainato da una scialuppa di tre metri senza scorte senza strumenti senza carte nautiche. Inizia così un’impresa disperata in cui la parola d’ordine giorno dopo giorno è ‘sopravvivere’.
    I Robertson temono che i soccorsi non arriveranno. Secondo calcoli approssimativi che alla fine non si riveleranno troppo distanti dalla realtà Dougal stima che in cinquanta giorni di navigazione potrebbero riuscire a raggiungere la terra. Le piogge la carne delle tartarughe la pesca di corifene con attrezzi di fortuna e un’ostinata fiducia dovranno tenerli in vita.
    Naufraghi nel deserto blu
    è il racconto in perenne bilico tra speranze e delusioni di un’avventura al limite: trentasette giorni in balia di onde colossali bonacce squali e burrasche. Fino alla salvezza.

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Dougal Robertson

    Dougal Robertson (1924-1992), scozzese di Edimburgo, si arruola dopo gli studi nella Marina mercantile britannica. Alla fine della carriera si ritira con la moglie e i figli in una fattoria dedicandosi all'agricoltura. Fino al 1971, quando deciderà di riprendere la via del mare insieme alla famiglia per circumnavigare il globo a bordo di Lucette.