• Percival Everett

    Percival Everett di Virgil Russell

    pp. 272

    13,60

    Traduzione di Letizia Sacchini

    Prima edizione settembre 2014

    Finalista Pen / Faulkner Award 2014
    Finalista Los Angeles Times Book Prize 2013

    Formato
    ISBN
    Prezzo
    16,00 13,60
    Acquista

    Un figlio va a trovare il padre nella residenza per anziani dove è ricoverato. Lo fa di rado da quando lo ha accompagnato la prima volta, affidandolo alle cure di un debosciato manipolo di inservienti. Il padre sta scrivendo un romanzo. Il romanzo che il padre sta scrivendo è il romanzo che il figlio scriverebbe se fosse uno scrittore. Oppure è il figlio a scrivere il romanzo che il padre immagina di scrivere al posto del figlio. Reticoli di un vincolo familiare che Everett esplora con piglio provocatorio e surreale, passando attraverso un dedalo di esistenze e destini. La trama muove dalla svolta inattesa nella vita di un pittore (chi è la giovane che afferma di essere sua figlia?). Transita per un medico che prende in cura il più grasso di due gemelli (cosa ci fa a casa loro una collezione di macchine fotografiche?). Coinvolge un cowboy solitario il cui cavallo ha una misteriosa ferita (la veterinaria guarirà anche la sua solitudine?). Elementi da aggiungere tra gli altri: Nat Turner, lo schiavo ribelle, è impegnato nella biografia del suo biografo; Martin Luther King ha pronunciato il suo discorso storico a braccio (c’entra l’Fbi); una vecchia chiave nel mazzo potrebbe aprire una porta segreta; Point Dume è un buon posto da cui contemplare l’infinito – anche se l’infinito non esiste. Il risultato è una temeraria costruzione narrativa che seduce, disorienta, pungola, diverte, confermando il talento di una delle voci americane più originali e innovative dei nostri giorni.

    Un giro di giostra a tutta velocità. Percival Everett in una delle sue migliori performance”.

    Los Angeles Times

    Estremo, travolgente, appassionante. Ogni frammento di trama rivendica la sua necessità, anche quando le storie vanno alla deriva”.

    The Wall Street Journal

    È come se i rompicapi filosofici di Beckett camminassero euforici accanto alle stravaganti bizzarrie di Brautigan”.

    PWxyz (Publishers Weekly Best Books of 2013)

  • Percival Everett

    Nato nel 1956 nella base militare di Fort Gordon, in Georgia, dove il padre prestò servizio come sergente prima di diventare dentista, Percival Everett insegna scrittura creativa e letteratura alla University of Southern California. Alla carriera accademica è arrivato dopo una laurea in filosofia a Miami e un percorso irregolare, prima chitarrista jazz, poi addestratore di cavalli e rancher, infine professore di liceo. Sposato con la scrittrice Danzy Senna, nel tempo libero dipinge e pratica la pesca alla mosca, passioni che ama condividere con alcuni dei suoi personaggi. È autore di oltre venti libri tra romanzi, raccolte e saggi, e ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti come l’Academy Award in Literature, lo Hurston / Wright Legacy Award, lo Usa Pen Literary Award e, in Italia, il Premio Gregor von Rezzori. Le sue opere sono tradotte in tutto il mondo.