In uscita ‘Le fasi notturne’, il nuovo romanzo di Jane Urquhart considerata l’erede naturale di Alice Munro

Bloccata dalla nebbia all’aeroporto di Gander, sull’isola di Terranova, in Canada, durante il viaggio verso New York per lasciarsi alle spalle la propria vita precedente, Tam si trova a ripensare alle circostanze che anni prima l’avevano condotta, lei inglese, in una zona remota della contea di Kerry, in Irlanda, e alla lunga storia d’amore con Niall, l’uomo da cui ora si sta allontanando. Niall che di professione fa il meteorologo, proprio come suo padre, e che ha vissuto nel dolore da quando ha perso il fratello più giovane, Kieran. Tam rievoca l’adolescenza travagliata di Kieran, e la tragedia che lo costrinse a lasciare la famiglia per andare a vivere in uno sperduto villaggio di montagna. Parallela alle vicende dei due fratelli Kieran e Niall, scorre anche la storia di Kenneth Lochhead, l’artista canadese autore del dipinto che domina l’area delle partenze dell’aeroporto di Gander. Un’opera gigantesca, piena di colori, enigmatica, che per tre giorni e tre lunghe notti sarà l’unica compagna di Tam.

Le fasi notturne è un romanzo di grande forza narrativa, che affronta le tematiche care a Jane Urquhart – il significato della separazione, il rimpianto, il desiderio, la perdita, quella strana sensazione che si prova a dover chiamare casa un solo posto nel mondo –, e che l’ha fatta accostare dal New York Times ad autori come John Banville e Alice McDermott.

C’è sempre un incantesimo da risolvere, un’assenza da sopportare, una lontananza da superare, nelle opere di Jane Urquhart, grande scrittrice canadese dei nostri tempi.

Eraldo Affinati

I suoi luoghi sono descritti con tale precisione, con tale insistenza, da abbagliarci di desiderio: vorremmo essere lì, vorremmo vederli con i nostri occhi.

Franco Cordelli

Jane Urquhart
Le fasi notturne
isbn: 978-88-6594-559-9
pp.: 480
prezzo: euro 20
collana: Greenwich
uscita: 12 aprile 2018
settore: narrativa