• Pietro Querini

    Il naufragio della Querina

    Veneziani nel circolo polare artico

    pp. 104

    11,90

    A cura di Paolo Nelli
    Postfazione di Claire Judde de Larivière

    Prima edizione settembre 2007, seconda edizione dicembre 2018

    Formato
    ISBN
    Prezzo
    14,00 11,90
    Acquista

    La Querina nave mercantile veneziana parte nel 1431 da Creta al comando di Pietro Querini con sessantotto uomini di equipaggio. È diretta nelle Fiandre ma a destinazione non arriverà mai. Doppiato Capo Finisterre viene spinta a nord dai venti contrari. Poi la tempesta comincia la sua opera di distruzione. Spezza il timone strappa le vele. La nave si frantuma sotto gli attacchi del mare. Finché si comincia a morire. Pochi resistono a tutto e approdano nove mesi dopo la partenza su un isolotto delle Lofoten in Norvegia. Qui restano per un mese fin quando ridotti a undici vengono miracolosamente salvati da alcuni pescatori. Al ritorno a Venezia Pietro Querini Nicolò de Michiele e Cristofalo Fioravante consegnano ai posteri il racconto della loro avventura: la sorte avversa le sofferenze ma anche lo stupore di fronte a uno stile di vita quello degli abitanti delle Lofoten lontano dalle corruzioni della civiltà . E poi la scoperta dello stoccafisso una specialità che sarà proprio Querini – così vuole la tradizione – a consegnare alla gastronomia veneta. Una cronaca che conserva intatto il fascino originale e grazie a un prezioso lavoro di riscrittura ripropone ai lettori di oggi una grande storia di mare.

  • Pietro Querini

    Nobile e mercante veneziano, era l’armatore e comandante della Querina. Nicolò de Michiele e Cristofalo Fioravante erano due membri dell’equipaggio.