Questo contenuto è stato realizzato con uno script Ajax. Se leggi questo testo, è possibile che il tuo browser non supporti questi script. Prova ad attivare Javascript, oppure aggiorna il tuo browser.

In Arrivo

Nutrimenti ++

facebook twitter anobii

Babelia

Finzioni

Il futuro delle librerie indipendenti, Amazon Source e altre riflessioni.

Doppiozero

La cultura delle Start Up.

FN

7 copertine per Proust e la sua Recherche.

Rivista Studio

L'adorablità del recensore.

Linkiesta

Il paradosso de Il Nulla, il libro bianco che spopola su Amazon.

Il Post

100 migliori libri di sempre, nel 1898. 

Il primo amore

Hayao Miyazaki: il sognatore che costruiva aerei da guerra.

Il lavoro culturale

Sacro GRA: raccogliendo i frammenti di un raccordo infinito.

Le parole e le cose

A che serve il sapere? Una conversazione.

Primo piano

Come tradurre un autore sospeso tra due lingue come Julien GreenCome tradurre un autore sospeso tra due lingue come Julien Green


L'indice dei libri ospita Ezio Sinigaglia, che racconta della sua traduzione (a più mani) di Viaggiatore in terra.

"Chi era davvero Julien Green? Certamente questo autore sospeso tra due tradizioni e lingue – il francese per luogo di nascita, l'inglese per via familiare – è tra le figure più enigmatiche della letteratura del secolo appena trascorso. A ragione Antonio Debenedetti ha scritto che il suo fascino deriva 'da un torto fattogli dal destino. Un niente, e avrebbe potuto essere tra i grandi del Novecento' (Corriere della Sera, 26 febbraio 2015). Da Gide a Montale fino a Borges, che ha messo Viaggiatore in terra nel novero di 'opere di così ammirevole trama come Il Processo o Giro di vite', le più grandi penne non hanno esitato a tributargli omaggio".
(Eloisa Morra, L'Indice dei libri)

http://lindiceonline.com/index.php/blog/paesaggi-passaggi/2867-traduzioni-a-otto-mani

BOOK PRIDE 2015 A MILANOBOOK PRIDE 2015 A MILANO

Nutrimenti sarà alla Fiera dell'editoria indipendente, ai frigoriferi milanesi, dal 27 al 29 marzo, Stand C21-C22. Veniteci a trovare. Questo il calendario dei nostri eventi a Book Pride:

Sabato 28 Marzo

ore 16.00 – 17.00 – Sala Pangolino
Agnese Codignola (L'Espresso) presenta Farmageddon con l'autore Philip Lymbery

ore 17.00 – 18.30 Culture materiali: il cibo e la sua differenza. Ne parlano Stefania Moroni (ristorante Aimo e Nadia Milano), Philip Lymbery (CIWF), Giovanni Bietti (Guide vini naturali), Wolf Bukowski (autore de “La danza delle mozzarelle”)

 

ore 17.30 – 18.30 – Sala Pangolino.

Piero Colaprico (Repubblica) presenta Tontopedia navalis con gli autori Davide Besana e Lele Panzeri

 

Domenica 29 marzo


ore 11.30 - 12.30 – Sala Pangolino
Presentazione dell'antologia Dylan Skyline con Filippo Tuena, Helena Janeczek, Marco Rossari, Alessandro Zaccuri, Andrea Tarabbia, Alessandra Sarchi, Janis Joyce, Marco Rovelli.

Book Pride 27/29 marzo a MilanoBook Pride 27/29 marzo a Milano

LA FIERA NAZIONALE DELL’EDITORIA INDIPENDENTE

 Un grande evento di promozione della cultura non omologata. Un’occasione per gli editori indipendenti per accrescere e valorizzare la presenza e visibilità sul mercato, ma anche per riflettere sullo stato in cui versa l’editoria e sulle alternative possibili.

Una fiera che è stata resa possibile grazie a un sistema di autofinanziamento realizzato dagli stessi editori che vi partecipano, nella totale indipendenza da qualsiasi condizionamento.

Book Pride ha come obiettivo la salvaguardia della bibliodiversità, un’opportunità di incontro organizzata dal basso dagli indipendenti e per gli indipendenti.

Book Pride non è soltanto una fiera, ma un progetto culturale: il programma della prima edizione è incentrato sul tema della DIFFERENZA.

L’editoria indipendente è innanzitutto "differenza", riserva della varietà, luogo di sperimentazione e di meticciato culturale e linguistico. In controtendenza rispetto a un mercato di prodotti editoriali omologanti, o rispetto a proposte culturali spesso orientate al ribasso anche nei confronti del pubblico, la differenza dall’editoria indipendente è ricerca, sperimentazione, valorizzazione di nuove piste, dunque ricchezza culturale.

http://www.bookpride.it/ 

La programmazione culturale è a cura di ODEI, Osservatorio Degli Editori Indipendenti. 

IL RITORNO DELLE VARIAZIONI REINACHIL RITORNO DELLE VARIAZIONI REINACH

A dieci anni dalla prima pubblicazione, torna in una nuova veste il capolavoro di Filippo Tuena, premiato al Bagutta come "una delle opere più belle e intense degli ultimi anni".

Le variazioni Reinach, la storia di un'influente famiglia ebraica, dalla Parigi di Proust al campo di sterminio di Auschwitz, dal 13 gennaio in libreria.
Filippo Tuena presenterà il libro il 27 gennaio alle 17.30 presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma.

News

22/04/2015

ROBERTO SOLDATINI PREMIATO AL MARINCOVICH

Roberto Soldatini ha vinto il secondo premio nella sezione narrativa del Premio Carlo Marincovich con La musica del mare.  La cerimonia di proclamazione dei vincitori è stata ospitata, come di consueto, dal Circolo ufficiali della Marina militare, a Roma. Questa sera, alle 21, Soldatini sarà invece a Monza per presentare il suo libro nella sede della scuola nautica Orza minore.

guarda foto

11/03/2015

IL DOLORE DEL MARE CANDIDATO AL PREMIO STREGA 2015

Il dolore del mare è stato candidato da Giuliano Montaldo e Ferruccio Parazzoli. Un libro forte e intenso, quello di Cavanna, che sceglie l'angolo visuale di una piccola isola del golfo di La Spezia, Palmaria, e gli occhi e il cuore di una giovane donna, Elvira, per narrare i decenni tra le due guerre mondiali. Un periodo in cui una tempesta sconvolge la storia di tutti, trascinando con sé anche i più innocenti.

22/12/2014

PREMIO PALMI

Breve trattato sulle coincidenze di Domenico Dara vince il Premio Palmi 2014
Nella terna dei finalisti insieme a La briganta e lo sparviero di Licia Giaquinto e Le attenuanti sentimentali di Antonio Pascale, Breve trattato sulle coincidenze di Domenico Dara è stato eletto da una giuria di lettori vincitore dell'edizione 2014 del Premio Palmi.

17/12/2014

Ciao Andrea

Ci ha lasciati Andrea Pedrana, grande amico di Nutrimenti e uomo straordinario. La casa di Tolkien, il romanzo che Andrea pubblicò nel 2007 con Roberta Pellegrini, ha conquistato i numerosi lettori per la sua originalità, raccontando in modo inedito e con allegria dirompente il mondo della disabilità. Buon viaggio Andrea, non dimenticheremo mai la tua bravura, la tua simpatia, la tua incredibile vitalità.

28/11/2014

PREMIO OMEGNA GIOVANI A PIER VITTORIO BUFFA

Io ho visto di Pier Vittorio Buffa ha vinto il Premio Omegna Giovani. Il libro è stato scelto da una giuria composta da studenti delle scuole superiori della città. Questa mattina l'autore ha incontrato gli studenti al Teatro Sociale di Omegna. Sul palco erano esposti i lavori fatti dai ragazzi (foto, dipinti, fotomontaggi) e ispirati al libro. Domani pomeriggio la premiazione.

I CONSIGLI DELLA REDAZIONE

Ho portato sulle spalle mio padre

Armando Minuz

Ho portato sulle spalle mio padre

Breve trattato sulle coincidenze

Domenico Dara

Breve trattato sulle coincidenze

Percival Everett di Virgil Russell

Percival Everett

Percival Everett di Virgil Russell

Giorni perduti

Charles Jackson

Giorni perduti

Io ho visto

Pier Vittorio Buffa

Io ho visto

L'Armadio della vergogna

Franco Giustolisi

L'Armadio della vergogna

Questa creatura delle tenebre

Harry Thompson

Questa creatura delle tenebre