• Peter Moore

    La conquista della meteorologia

    I pionieri che seppero guardare al futuro

    pp. 528

    17,00

    Traduzione di Stefano Spila

    Prima edizione marzo 2018

    Formato
    ISBN
    Prezzo
    20,00 17,00
    Acquista

    All’inizio dell’Ottocento, le dinamiche dell’atmosfera erano una frontiera tutta da esplorare. I cieli apparivano governati da forze imperscrutabili, e molti dogmi religiosi erano ancora dominanti. Quando, nel 1854, un deputato affermò alla Camera dei Comuni che presto si sarebbero potute prevedere con un giorno di anticipo le condizioni del tempo a Londra, il suo annuncio fu accolto dalla sonora risata dell’intera assemblea.
    Ma i tempi erano pronti per un cambiamento storico: un gruppo di uomini ingegnosi, capaci di guardare oltre le apparenze, rivoluzionò il rapporto tra l’uomo e il clima. Robert FitzRoy, il celebre capitano della Beagle, che condusse Darwin in Terra del Fuoco, fondò il servizio meteorologico britannico e fu, tra alterne fortune, il più acceso e idealista studioso delle variazioni del tempo. Negli stessi anni, Francis Beaufort creò una scala quantitativa dei venti, Luke Howard classificò per primo le nubi, James Glaisher studiò gli strati dell’atmosfera sorvolando l’Inghilterra a bordo di un pallone aerostatico. Questi, e molti altri, furono i pionieri della meteorologia, gli uomini che con i loro studi e le loro intuizioni hanno permesso che le previsioni del tempo si affermassero come una scienza.
    Con questo libro dettagliato e rigoroso, Peter Moore, giovane ma già stimato saggista britannico, racconta con vivace piglio narrativo una delle più esaltanti avventure della storia dell’umanità.

    Sunday Times Bestseller
    Inserito dal New York Times tra i “100 Notable Books of 2015”
    Inserito dal Times tra i “Best Books of the Summer” (categoria Natura)
    Inserito dal Sunday Times tra le “Top Summer Choices” (categoria Storia)

     

    Affascinante e ricco di informazioni”.

    The New York Times

    Costruito con eleganza, sorprende pagina dopo pagina”.

    The Wall Street Journal

    Straordinariamente documentato e avvincente”.

    The Times

    Un libro più che mai rilevante in quest’epoca di rapidi cambiamenti climatici”.

    Kirkus Reviews

  • Peter Moore

    Peter Moore è nato nel 1983 nella contea dello Staffordshire, in Inghilterra. Insegna scrittura creativa a Oxford e alla City University of London. Collabora come giornalista culturale con la Bbc e con testate autorevoli come Guardian, New York Times, Independent e Literary Review. Ha esordito nel 2012 con Damn His Blood. La conquista della meteorologia, suo secondo libro, ha ottenuto importanti risultati di vendite e numerosi riconoscimenti critici sia in Gran Bretagna che negli Stati Uniti.