Jan Jacob Slauerhoff

Il regno proibito

- 5%

Jan Jacob Slauerhoff

Il regno proibito

208 pagine

Prima edizione aprile 2016
Traduzione dall'olandese di Claudia Di Palermo
Postfazione di Jane Fenoulhet

ISBN: 9788865944424

Un classico d’inizio Novecento, nella sua prima traduzione italiana. Due personaggi, il poeta Camões esiliato a Macao e un reietto irlandese imbarcato su una nave diretta in Oriente, incrociano i loro percorsi a quattro secoli di distanza, in un gioco affascinante di identità, sdoppiamenti e allucinazioni.

9,9916,15

Acquista ora e ricevi entro il 26/05
Un classico d'inizio Novecento, nella sua prima traduzione italiana. Due personaggi, il poeta Camões esiliato a Macao e un reietto irlandese imbarcato su una nave diretta in Oriente, incrociano i loro percorsi a quattro secoli di distanza, in un gioco affascinante di identità, sdoppiamenti e allucinazioni.

“Avevo perso il contatto con la terraferma, come accade a molti che vanno per mare”. Il mare, con la sua capacità di unire e dividere, è spettatore maestoso e muto di questo suggestivo romanzo, insieme storico e onirico, tra i capolavori della letteratura olandese, pubblicato nel 1932 e qui tradotto per la prima volta in italiano.
Una narrazione parallela di due storie lontane nel tempo che finiscono per intrecciarsi in maniera inestricabile. Nel Cinquecento, il protagonista è il poeta Luís de Camões, che a causa del suo amore proibito per Diana, la futura sposa del successore al trono di Portogallo, viene esiliato a Macao, la colonia più remota, la più distante dalla madrepatria. Nel Novecento, un marconista irlandese espulso dalla sua terra attraversa i mari senza una meta. Coglie alla radio brandelli di conversazioni che sembrano emergere dal passato e lentamente la sua stessa esistenza mostrerà inquietanti somiglianze con le vicende avventurose del poeta Camões, al punto che i due personaggi andranno fatalmente a confluire in uno solo.
Nell’odissea dei due uomini, separati e congiunti da quattro secoli di storia, si dispiega un’esemplare parabola dell’alienazione dell’individuo in un mondo ostile, ma anche una critica al colonialismo europeo in terra d’Oriente, all’arroganza e all’ottusità del potere.

Lo spirito inquieto di Slauerhoff continua ad aleggiare, senza rivali, nella letteratura olandese”.

Cees Nooteboom

Jan Jacob Slauerhoff

Jan Jacob Slauerhoff (1898-1936) è considerato uno degli scrittori più importanti dei Paesi Bassi e tra i maggiori poeti della sua epoca. Figura irrequieta, insofferente di ogni convenzione, fu imbarcato per molti anni come medico di bordo per diverse compagnie mercantili, e compì numerosi viaggi in Estremo Oriente, Africa e Sud America, nei luoghi che fanno da ambientazione alle sue opere. In Italia sono stati pubblicati, presso Iperborea, La rivolta di Guadalajara e Schiuma e cenere.