Valentina Scaglia

Canoe in Patagonia

Dalle Ande all’Atlantico. Mille chilometri lungo il Rio Chubut
Prenota la tua copia disponibile dal 07/06/2024
- 5%

Valentina Scaglia

Canoe in Patagonia

Dalle Ande all’Atlantico. Mille chilometri lungo il Rio Chubut

208 pagine

Prima edizione giugno 2024

In copertina: © foto Pierluigi Bellavite

ISBN: 9791255480600

Il viaggio sull’acqua, avventuroso e affascinante, di un gruppo di canoisti italiani attraverso una delle regioni più disabitate del pianeta.

18,05

Questo libro uscirà il 07/06/2024 prenotalo ora!
Il viaggio sull’acqua, avventuroso e affascinante, di un gruppo di canoisti italiani attraverso una delle regioni più disabitate del pianeta.

Il viaggio sull’acqua, avventuroso e affascinante, di un gruppo di canoisti italiani attraverso una delle regioni più disabitate del pianeta.

L’idea folgorante era nata in una lunga notte d’inverno: percorrere in canoa il Rio Chubut, nella Patagonia argentina, partendo dalle Ande. Significava pagaiare per centinaia di chilometri in uno sconosciuto deserto, in una specie di far west australe dai paesaggi alieni. Il piano era arrivare in un mese all’Atlantico in autonomia e senza veicoli di appoggio, trasportando le canoe fin dall’Italia, caricando alla partenza tutti i viveri necessari. All’inizio le cose non sono andate come previsto, e pericolosi rovesciamenti in acque fredde hanno portato a una situazione di quasi emergenza. Poi, con l’aiuto dei gauchos, il viaggio è proseguito. Incontri indimenticabili con persone che vivono in località più disabitate della Siberia, posti dove bisogna saper fare un po’ di tutto: costruirsi una casa, difendersi dai puma, domare i cavalli selvatici. Per arrivare all’Atlantico, però, ci sarebbe voluto un altro viaggio. Per giorni abbiamo pagaiato in un eden, a tu per tu con guanachi e lontre, assaporando una vita errabonda a fil di corrente, poi gli déi patagonici si sono di nuovo svegliati, e venti violentissimi ci hanno bloccato con onde alte e tormente di sabbia. Altri capovolgimenti, salvataggi, liti furibonde. Nonostante tutto, è stato un altro esaltante viaggio di scoperta. E quando alla fine siamo arrivati all’oceano, non eravamo più le stesse persone. Avevamo percorso, in totale, oltre mille chilometri lungo i meandri dell’errabondo Chubut, ed erano trascorsi, dalla prima idea, quattro anni.

Valentina Scaglia

Valentina Scaglia, naturalista per formazione, come giornalista ha lavorato per Alp, Itinerari & Viaggi, Natura, Acquatic Life. Attualmente scrive per le testate della Meridiani, Meridiani Montagne, per Le montagne incantate (Repubblica/National Geographic), e per la rivista elvetica Azione. Per Zanichelli ha firmato guide alla navigazione a vela nel Mediterraneo, per Hoepli ha scritto Wilderness in Italia dedicato agli ultimi luoghi selvatici del territorio nazionale.  Ha esplorato sentieri poco battuti, dalla Calabria all’Islanda, dall’Anatolia alla Scandinavia. In canoa ha partecipato a spedizioni a partire dagli anni Novanta in Canada, Siberia, Stati Uniti, Balcani, Asia centrale, e più di recente in Mongolia, Argentina e Cile. Ha lanciato due progetti che ruotano sulla conoscenza della wilderness vicina e lontana: A piedi nell’Italia del silenzio e Dove il Mediterraneo è ancora selvaggio.