Michaël Sebban

Lechaim

- 5%

Michaël Sebban

Lechaim

576 pagine

Prima edizione marzo 2006

In copertina: Traduzione di Laurence Figà -Talamanca

ISBN: 9788888389448

Un professore ebreo di origini algerine una classe di studenti arabi sullo sfondo la Belleville di Pennac. Un romanzo vibrante ironico e mai disperato sul fallimento nell’integrazione dei giovani musulmani nei paesi occidentali.

13,78

Acquista ora e ricevi entro il 30/05
Un professore ebreo di origini algerine una classe di studenti arabi sullo sfondo la Belleville di Pennac. Un romanzo vibrante ironico e mai disperato sul fallimento nell’integrazione dei giovani musulmani nei paesi occidentali.

Ebreo figlio di un macellaio di origine algerina Éli S. insegna filosofia in un liceo della periferia parigina. Passa le sue serate a Belleville nel caffè di un amico a bere anisette a mangiare olive e finocchi a sentire il sapore della sua Algeria. Ama il surf il mare le onde e una bella donna marocchina ed ebrea che non desidera altro che un uomo ricco e di successo.
Ai suoi studenti quasi tutti di origine araba Éli S. parla della repubblica e dei fondamenti della società francese in cui vivono. Convinto che solo con la passione per la vita si può superare l’odio bestiale di chi è pronto a ucciderti solo perché hai radici diverse dalle sue. Ma la sua è una battaglia disperata. Quei ragazzi non sanno che farsene di quei valori perché di quella società non vogliono far parte.
Un romanzo ironico e raffinato scritto nello slang multietnico della periferia parigina sull’antisemitismo e la difficoltà di integrazione dei giovani musulmani nelle società occidentali.

Michaël Sebban

MichaÎl Sebban è nato a Bordeaux nel 1966. Ha studiato filosofia e trascorso cinque anni in Israele dove è stato assistente di Benny Lévy, l’ultimo segretario personale di Jean-Paul Sartre. Oggi insegna filosofia in un liceo della periferia di Parigi.