• Dante Matelli

    Orientàl

    pp. 224

    11,90

    Prima edizione novembre 2003

    Formato
    ISBN
    Prezzo
    14,00 11,90
    Acquista

    Tre racconti lunghi sul rapporto tra europei e l’Oriente che oramai ci circonda da tutti i punti cardinali. Nel primo, uno sceneggiatore pornografo, ma timido, racconta come ha raggiunto successo e felicità grazie all’intervento di Re Salomone in visita a Cipro per fondarvi un regno destinato a durare nei secoli. Nel secondo, un giornalista di costume, superficiale per professione e definizione, rimane impantanato nei molteplici e mutevoli aspetti delle tensioni (e conflitti) mediorientali. Sullo sfondo dell’invasione del Libano, tra Hebron, Tel Aviv e un campo di prigionia israeliano. Nel terzo siamo a Melilla, città spagnola in territorio marocchino. Una Melilla inventata e percepita un po’ arcadia e un po’ incubo, sede della legione straniera spagnola, mecca del contrabbando. Un reporter reso impotente dalla pletora di notizie che potrebbe usare (la città è un monumento al gusto orientalista e ogni sasso trasuda leggende) inciampa in una storia di seduzioni virtuali e morti vere, killer che si muovono tra Orano in Algeria e il Rif, l’altopiano marocchino, sul quale aleggia, a tutt’oggi, il fantasma di Francisco Franco…

  • Dante Matelli

    Dante Matelli è nato a Massa, ha studiato e insegnato negli Stati Uniti. Ha lavorato per tre anni per il quotidiano la Repubblica e poi per il settimanale l’Espresso, grazie al quale, come inviato speciale, ha viaggiato un bel po’ in pace e in guerra. Ha sceneggiato per Marco Ferreri L’udienza, e ha vinto un nastro d’argento come soggettista del film L’ultima donna.