• Afonso Reis Cabral

    Mio fratello

    pp. 336

    Traduzione di Marta Silvetti

    Prima edizione maggio 2019
    ISBN:
    Prezzo:
    Prezzo scontato:

    Alla morte dei genitori, bisogna decidere chi si prenderà cura di Miguel, quarantenne nato con la sindrome di Down. È il fratello, professore universitario divorziato e misantropo, da molti anni lontano dalla famiglia e dalla nativa Porto, a sorprendere le quattro sorelle facendosi carico della responsabilità. Miguel ha solo un anno in meno rispetto a lui, e il ricordo dell’affetto che li ha legati e della complicità avuta durante l’infanzia fa credere al fratello che la nuova situazione potrà liberarlo dall’apatia in cui la sua vita è precipitata, riscattandolo anche dal senso di colpa per il lungo distacco e l’indifferenza. Tuttavia, la condivisione della quotidianità con Miguel porta problemi inaspettati, il più importante dei quali si chiama Luciana.
    Nel silenzio ancestrale della vecchia casa di campagna della famiglia, in un villaggio sperduto del Portogallo rurale, interamente spopolato con l’eccezione di una coppia di contadini e il proprio figlio, il fratello maggiore ripercorre l’intero sviluppo del loro complesso rapporto fraterno, fino al drammatico episodio che ha lasciato un segno definitivo nella vita di entrambi.
    Opera prima di uno scrittore non ancora trentenne, Mio fratello è un romanzo di incredibile maturità, che brilla nella scrittura ed emoziona senza mai cedere al sentimentalismo, affrontando con piglio lucido, a tratti impietoso, il tema della disabilità e le contraddizioni dell’essere fratelli.


    Questo libro è stato tradotto con il sostegno della Direçao General do livro, dos arquivos e das bibliotecas

    Recensioni

    Ancora non ci sono recensioni.

    Recensisci per primo “Mio fratello”

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Afonso Reis Cabral

    Afonso Reis Cabral è nato nel 1990 a Lisbona ed è cresciuto a Porto, quinto di sei fratelli. Scrive dall’età di nove anni – sempre a mano su un quaderno, ricopiando poi al computer. Ha pubblicato il suo primo libro, la raccolta di poesie Condensação, nel 2005, a soli quindici anni. Nel 2017 ha ricevuto il prestigioso Premio Europa David Mourão-Ferreira nella categoria ‘Promessa’. Con Mio fratello, suo esordio narrativo, ha vinto il Premio LeYa, il maggiore riconoscimento riservato alle opere inedite in lingua portoghese.